×

Vigneti

Dopo aver acquistato la tenuta negli anni Settanta, fu presto evidente a Ivo Nuti che dai filari si poteva e doveva attendersi qualcosa in più. Così, dal 1997 in avanti, le vecchie viti, ormai scarsamente produttive, furono via via sostituite nella loro totalità, con i cloni migliori, e soprattutto più adatti alle condizioni pedoclimatiche di Fattoria Montecchio, di Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot e Alicante.

È stata studiata una selezione del sistema di allevamento in base alle esigenze di ogni singolo terreno, alternando sapientemente il cordone speronato al Guyot usato in particolare nelle ultime vigne piantate e solo su sangiovese.

Il ricorso poi alla pratica della vendemmia verde, effettuata pochi mesi prima della vendemmia e utile alla salvaguardia della qualità, è stata fondamentale per riequilibrare il potenziale produttivo della pianta.

Come succede spesso nelle grandi aziende del vino, non si tratta di un corpo unico, ma di vigneti diversi, tutti comunque intorno a Fattoria Montecchio, ognuno con una propria identità fisionomia ben precisa che cambia in base all’esposizione e l’altezza dei vigneti stessi, al microclima e alle caratteristiche geologiche dei singoli terreni.

 

 

Podere Belvedere

Questo podere prende il nome dal vicino fondo in cui, storicamente, alloggiavano le famiglie che in passato hanno lavorato per l'azienda e i cui figli ancora oggi collaborano con la famiglia Nuti, con una continuità che non si è mai interrotta. Impiantata interamente nel 1997, si estende per circa quattro ettari, divisi tra Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon.

Scheda del vigneto
Anno di impianto1997
Dimensione4 ettari circa
Piante per ettaro6.250
Sistema di allevamentocordone speronato
VarietàSangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon
Orientamento ed esposizione della vigna335° con esposizione a nord-ovest
Altitudineda m 375 a m 415 s.l.m.
Tipologia di terreni
  • formazione di Monteverdi Marittimo
  • Flysch di pianura sottomarina di età Cretacica
  • strati calcareo marnoso e arenaceo siltosi
  • presenti clasti di notevoli dimensioni oltre il metro
Attività agronomiche ordinarie
  • gestione del terreno senza lavorazioni meccaniche e con inerbimento spontaneo
  • concimazioni con sola sostanza organica
  • potatura manuale invernale
  • selezione del germoglio pre-fioritura
  • sfogliatura precoce in fioritura
Tipo di vendemmiavendemmia con selezione a mano e successiva vendemmia meccanica

Podere Montecchiuzzo

Impiantato tra il 2001 ed il 2002, i suoi 5 ettari regnano su una terrazza naturale che spicca giusto al di sopra della cantina nuova, a metà strada tra la villa padronale e il vicino casale da cui prende il nome e da dove, un tempo, sgorgava la sorgente in cui le massaie andavano a lavare i propri panni, e dove oggi, invece, maturano al meglio le uve di Cabernet Sauvignon e di Alicante Bouschet.

Scheda del vigneto
Anno di impianto2001-2002
Dimensione5 ettari circa
Piante per ettaro6.250
Sistema di allevamentocordone speronato
VarietàCabernet Sauvignon, Alicante Bouschet
Orientamento ed esposizione della vigna115° con esposizione a sud-est
Altitudineda m 370 a m 405 s.l.m.
Tipologia di terreni
  • formazione di Monteverdi Marittimo
  • prevalgono calcari biancastri a frattura concoide (noti anche come “alberese”) di età eocenica
Attività agronomiche ordinarie
  • gestione del terreno senza lavorazioni meccaniche e con inerbimento spontaneo
  • concimazioni con sola sostanza organica
  • potatura manuale invernale
  • selezione del germoglio pre-fioritura
  • sfogliatura precoce in fioritura
Tipo di vendemmiavendemmia con selezione a mano e successiva vendemmia meccanica

Podere Ripoli e San Polo

È qui, tra il cascinale di Ripoli, risalente all'Ottocento, e il piccolo borgo di San Polo, dove sorge una torre di avvistamento risalente al XI secolo, tutelata sin dal 1913 dalla Sovrintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici e Artistici della Provincia di Firenze, che nel 1998 fu impiantato il vigneto più esteso dell'azienda, con i suoi oltre 9 ettari, il primo in cui presero concretamente forma gli studi agronomici e geologici condotti sui terreni di Fattoria Montecchio. Il risultato? Filari e filari di Sangiovese e Merlot, perfettamente esposti a sud/est.

Scheda del vigneto
Anno di impianto1998
Dimensione9,5 ettari circa
Piante per ettaro6.250
Sistema di allevamentocordone speronato e Guyot
VarietàSangiovese, Merlot
Orientamento ed esposizione della vigna135° con esposizione a sud-est
Altitudineda m 300 a m 350 s.l.m.
Tipologia di terreni
  • formazione di Monteverdi Marittimo
  • prevalgono calcari biancastri a frattura concoide (noti anche come “alberese”) di età eocenica al contatto con formazione di sillano
  • argilloscisti variegati con inclusioni di calcari marnosi verdastri e arenarie calcarifere tipo pietraforte
  • età a cavallo tra cretaceo superiore ed eocene inferiore
Attività agronomiche ordinarie
  • gestione del terreno senza lavorazioni meccaniche e con inerbimento spontaneo
  • concimazioni con sola sostanza organica
  • potatura manuale invernale
  • selezione del germoglio pre-fioritura
  • sfogliatura precoce in fioritura
Tipo di vendemmiavendemmia con selezione a mano e successiva vendemmia meccanica

Vigna San Donato

Tra le ultime nate in ordine di tempo, ma già fondamentale in termini di qualità e produzione, conta 5 ettari impiantati a Sangiovese che si affacciano sull’antico borgo medioevale di San Donato in Poggio, da cui il vigneto prende il nome. È anche il biglietto da visita di Fattoria Montecchio: gli ospiti, per arrivare alla villa padronale che fu della famiglia Torrigiani, devono infatti attraversare i filari che producono le migliori uve da cui nascono tutta la nostra Linea Prīmum di Chianti Classico e il nostro I.G.T. Toscana Priscus.

Scheda del vigneto
Anno di impianto2010
Dimensione5,5 ettari circa
Piante per ettaro6.250
Sistema di allevamentocordone speronato
VarietàSangiovese
Orientamento ed esposizione della vigna215° con esposizione a sud-ovest
Altitudineda m 395 a m 415 s.l.m.
Tipologia di terreni
  • formazione di Monteverdi Marittimo
  • Flysch di pianura sottomarina di età Cretacica
  • strati calcareo marnoso e arenaceo siltosi
  • presenti clasti di notevoli dimensioni oltre il metro
Attività agronomiche ordinarie
  • gestione del terreno con lavorazioni superficiali per favorire l’approfondimento radicale
  • concimazioni con sola sostanza organica
  • potatura manuale invernale
  • selezione del germoglio pre-fioritura
  • sfogliatura precoce in fioritura
Tipo di vendemmiavendemmia con selezione a mano e successiva vendemmia meccanica

Vigna del Frantoio

Questa è la vigna con la maggiore altitudine della Fattoria Montecchio, che nel punto più altro raggiunge i 425 s.l.m: circa un ettaro e mezzo di Sangiovese piantato intorno al nostro frantoio, anche nota come “rimessa dei trattori dell’Angeli”, contadino che decenni fa lavorava come trattorista a Montecchio.

Scheda del vigneto
Anno di impianto2017
Dimensione1,5 ettari circa
Piante per ettaro5.435
Sistema di allevamentoGuyot
VarietàSangiovese
Orientamento ed esposizione della vigna240° con esposizione a nord-est
Altitudineda m 405 a m 425 s.l.m.
Tipologia di terreni
  • formazione di Monteverdi Marittimo
  • Flysch di pianura sottomarina di età Cretacica
  • strati calcareo marnoso e arenaceo siltosi
  • presenti clasti di notevoli dimensioni oltre il metro
Attività agronomiche ordinarie
  • gestione del terreno con lavorazioni superficiali per favorire l’approfondimento radicale
  • concimazioni con sola sostanza organica
  • potatura manuale invernale
  • selezione del germoglio pre-fioritura
  • sfogliatura precoce in fioritura
Tipo di vendemmiavendemmia con selezione a mano e successiva vendemmia meccanica

Vigna di Pietracupa

“Risorta” dopo l’estirpazione dell’omonimo vigneto ultraquarantennale, è la vigna che da sempre accompagna l’occhio degli ospiti dalla Villa padronale fino alle spalle del bellissimo Santuario di Santa Maria delle Grazie di Pietracupa, da cui prende il nome. Realizzata a “spina di pesce” per rispettare le pendenze di questo versante della collina su cui sorge la Fattoria, qui il Sangiovese viene allevato col sistema Guyot per far sì che la naturale vigoria della pianta possa perfettamente adattarsi alla variabilità di questo suolo.

Scheda del vigneto
Anno di impianto2016
Dimensione3,5 ettari circa
Piante per ettaro5.435
Sistema di allevamentoGuyot
VarietàSangiovese
Orientamento ed esposizione della vigna170° con esposizione a sud-ovest 260° con esposizione a sud-ovest
Altitudineda m 390 a m 415 s.l.m.
Tipologia di terreni
  • formazione di Monteverdi Marittimo
  • Flysch di pianura sottomarina di età Cretacica
  • strati calcareo marnoso e arenaceo siltosi
  • presenti clasti di notevoli dimensioni oltre il metro
Attività agronomiche ordinarie
  • gestione del terreno con lavorazioni superficiali per favorire l’approfondimento radicale
  • concimazioni con sola sostanza organica
  • potatura manuale invernale
  • selezione del germoglio pre-fioritura
  • sfogliatura precoce in fioritura
Tipo di vendemmiavendemmia con selezione a mano e successiva vendemmia meccanica

Tour & Tasting

Prenota

La Papessa

L'agriturismo